cerca

La sudorazione è un fenomeno naturale utilizzato dal nostro corpo per la regolazione della temperatura corporea. Tale azione, provocata dalle ghiandole sudoripare, è mediata dal sistema nervoso simpatico. In una piccola fetta della popolazione, circa 1%, questo sistema lavora ad un livello superiore alla norma. E’ questa l’iperidrosi.

Quali sono le cause?  L’iperidrosi può essere secondaria se conseguenza di alcune patologie specie ormonali,  conseguenza di malattie psichiatriche o anche nell’obesità. In tutti gli altri casi si parla di iperidrosi idiopatica o essenziale. Questa è molto più frequente dell’iperidrosi secondaria. Inizia nell’infanzia o nell’adolescenza e si protrae poi per tutta la vita. Ansia e nervosismo poi aggravano spesso la situazione.

Manifestazioni  tipiche sono l’iperidrosi ascellare, quella palmare e quella plantare rispettivamente se interessano l’ascella, il palmo delle mani o quello dei piedi.

Ad oggi quali sono le terapie? Esistono delle terapie topiche con antitraspiranti come il cloruro di alluminio o nei casi gravi chirurgiche ( simpatectomia)

Il trattamento di elezione consiste però in iniezioni multiple di tossina botulinica nella zona da trattare. Questa riesce a bloccare lo stimolo nervoso responsabile dell’attivazione della ghiandola sudoripara.

Il trattamento è molto semplice, praticamente indolore e privo di rischi. Efficacissimo e duraturo  sulle ascelle, da buoni risultati anche sui palmi delle mani. Molto doloroso e di breve durata è invece sui piedi.

Che pazienti possiamo trattare? I migliori  candidati  al trattamento con Tossina Botulinica sono soggetti che, a causa di stimoli emozionali, termici o anche per cause non riconosciute, presentino un’ eccessiva sudorazione alle ascelle o al palmo delle mani non controllabile con i comuni antitraspiranti.

Gravidanza e allattamento, allergia riconosciuta vero il prodotto, miastenia e altre rare patologie sono le uniche controindicazioni

Il trattamento è permanente?  Il trattamento effettuato in 10 minuti, manifesta la sua azione nell’arco di 10 giorni con una durata nel tempo che varia dei 6 ai 12 mesi nella zona ascellare, circa la metà sulle mani. Se le iniezioni non vengono ripetute nel tempo tutto tornerà come prima.

E per il futuro? Sono ancora in fase di studio delle terapie fisiche quali il laser e la radiofrequenza che con un riscaldamento dielettrico disattiva selettivamente le ghiandole eccrine ed apocrine evitando la secrezione del sudore